statistiche web

Se ne va un pezzo di storia

E’ morto all’età di 90 anni, dopo una battaglia contro il cancro, Michael Collins, uno dei tre membri dell’equipaggio della storica missione Apollo 11 che nel 1969 portò i primi uomini sulla Luna.

Collins è stato spesso soprannominato “l’astronauta dimenticato” perché al contrario di Neil Armstrong e Buzz Aldrin non ha mai camminato sul satellite terreste. E’ diventato celebre anche come “l’uomo più solo”, rimasto nell’orbita lunare a pilotare il modulo di comando Columbia della missione Apollo 11, mentre i suoi colleghi Neil Armstrong e Buzz Aldrin erano i primi uomini a camminare sulla Luna.

Collins però, ricordando quella missione storica non ha mai avuto rimpianti: “Sono onorato di aver avuto quel posto. Non mi sono sentito solo e abbandonato, ma parte di ciò che accadeva sulla superficie lunare. I posti erano tre, quindi la mia presenza era necessaria come quella degli altri due”, aveva detto in un’intervista alcuni anni fa.

Aveva ideato lo stemma della missione Apollo 11. “La cosa che ricordo di più è l’immagine della Terra vista da lontano, piccola, molto luminosa, blu e bianca. Splendente, bella, serena e fragile”.

Appena un anno dopo quella missione storica Collins lasciava la Nasa e ripensando ai primati della sua carriera diceva: “La fortuna ha governato il 90% della mia vita. Sono arrivato al momento giusto, sono sopravvissuto a una carriera pericolosa e ho trovato il successo, scrivete ‘fortunato’ sulla mia lapide“.

 

 

Menu